La scelta dei parapetti in vetro è una delle tendenze più gettonate degli ultimi anni, che asseconda le esigenze di tipo architettonico o funzionale verso le quali sono sempre più orientati costruttori e possessori di immobili. Vediamo di saperne di più sui parapetti in vetro.

Parapetti in vetro vantaggi

I vantaggi prospettati dai parapetti in vetro sono numerosi, a cominciare da quello decorativo, innegabile visto l’effetto che ha il vetro, che consente di valorizzare e abbellire un edificio grazie alla sua trasparenza e ai panorami che si possono ammirare anche rimanendo all’interno. Un vantaggio decisamente non indifferente è anche quello della possibilità di personalizzare i parapetti, e quindi realizzarli nelle forme, dimensioni e colorazioni desiderate, riuscendo così ad inserirsi perfettamente in qualsiasi stile. Anche la facilità con cui possono essere installati è un altro punto a favore dei parapetti in vetro, così come la manutenzione. Infatti, sono facili da pulire e basta scegliere vetri con trattamento idrorepellente permanente per avere parapetti sempre puliti e brillanti con una sola passata.

Parapetti in vetro tipologie

Esistono diverse tipologie di parapetti in vetro, ma possono essere classificati in tre gruppi:

  • Autoportanti semplici – si tratta di parapetti senza struttura portante dedicata
  • Autoportanti solidali – si tratta di parapetti collegati tramite un corrimano
  • Fissati su vari lati – si tratta di parapetti uniti tramite strutture lineari o puntuali

I modelli di parapetti in vetro vanno scelti in base a dove devono essere collocati e in base alle dimensioni necessarie sia per quanto riguarda la lunghezza che l’altezza. La soluzione scelta deve tenere conto della posizione e adeguata per garantire la massima sicurezza. Tra le tipologie di vetro quello temperato è altamente resistente agli urti, mentre quello stratificato possiede una pellicola di polietilene che lo rende elastico e in caso di rottura la lastra rimane quasi intera.

Menu