Ringhiere in ferro

Esistono in sostanza due tipi di ringhiere in ferro, quelle per interni e quelle per esterni. Da questa differenza dipende la tipologia di ringhiera che si vuole acquistare. Vediamo di seguito quali sono le diverse caratteristiche che devono possedere.

Caratteristiche ringhiere in ferro

La legge prevede che il parapetto protegga la caduta di cose o persone sui terrazzi, scale, soppalchi etc, pertanto il parapetto, la balaustra o la ringhiera sono obbligatori. Dalle norme legislative infatti, dipendono anche le caratteristiche che le ringhiere devono avere per forma geometrica, dimensioni e resistenza alla spinta nonchè alla qualità dei materiali necessari, la durata  la capacità di ammortizzazione. È necessario inoltre che la ringhiera rappresenti la sicurezza nel balcone o nella scala, e per questo motivo non ci devono essere motivi che dimostrino il contrario. Quando si parla delle classiche ringhiere in ferro verticali, lo spazio tra un appoggio e l’altro non deve essere maggiore di 10 centimetri e certamente non deve possedere degli appigli che permettono di scalarle la ringhiere, deve essere alta 1 metro dalla punta del gradino e resistere ad una spinta che varia da 100 a 200 fino a 300 Kg/mt in funzione di dove è installata la ringhiera e che utilizzo se ne deve fare.

È obbligatorio quindi che nella costruzione delle ringhiere in ferro, si ripettino vari elementi, come la sufficiente altezza in base al pavimento e alla scala, l’assenza di appigli, sporgenze o protuberanze, e la necessaria distanza tra gli elementi. Dovrà inoltre ovviamente essere costruita in maniera resistente e duratura.

Ringhiere in ferro: pregi e difetti

Il ferro rappresenta uno dei materiali maggiormente scelti per la realizzazione di ringhiere, per la loro resistenza, ma soprattutto per l’aspetto economico. È anche vero però che il ferro è un elemento ideale per lo spazio interno, ma purtroppo non per l’esterno se non trattato con zincature preferibilmente a caldo. A differenza dell’acciaio infatti, il ferro è molto sensibile ai vari agenti atmosferici e tende a corrodersi facilmente se non zincato e magari verniciato.

Anche tramite l’utilizzo di soli vernici antiruggine, il risultato non potrà cambiare notevolmente. L’aspetto positivo però è che oramai il processo produttivo della zincatura a caldo per le ringhiere in ferro, grazie appunto ai costi ridotti, permette la durata dei manufatti di almeno 50 anni se non esposti a particolari condizioni. Lo spazio interno invece, rappresenta l’ambiente ideale per la ringhiera in ferro, e sarà anche in grado di dare sicurezza, bellezza ed eleganza in più all’ abitazione anche con la sola verniciatura a polveri o liquido.